banner

Le caratteristiche proprie della schizofrenia (malattia mentale, sintomi psicologici, etc.) possono indurre atteggiamenti stigmatizzanti nella società.
La maggior parte delle persone hanno un'immagine stereotipata di chi è affetto da schizofrenia, e su questa materia sono diffusi molti preconcetti.

Molti non sanno che la maggior parte dei pazienti con questa malattia hanno difficoltà a sfuggire allo stereotipo della propria condizione. Diversi studi dimostrano che le persone con schizofrenia manifestano verso sè stessi gli stessi giudizi negativi che vengono espressi dalla popolazione generale.
Questo fenomeno ha conseguenze importanti, come:

  • Vergogna.
  • Propensione all'isolamento sociale.
  • Difficoltà nel chiedere aiuto.
  • Aumento del rischio di recidiva e, secondo alcuni esperti, anche del rischio di suicidio

Tuttavia, ci sono ragioni per essere ottimisti. Alcuni fattori possono far diminuire il grado di stigma associato ai disturbi mentali.

Vengono definiti "di moderazione dello stigma", e si sa che possono migliorare la tolleranza della gente comune nei confronti della malattia mentale. Tali fattori sono:

  • Condizioni sociali di familiarità, come nelle società rurali.
  • Un ambiente familiare ben consolidato.
  • Spiegazioni della causa della malattia da parte di esperti, comprese e condivise dalla comunità.
  • Reversibilità dei comportamenti e dei sintomi.

I pazienti che possono contare sul supporto e su atteggiamenti di tolleranza da parte di familiari, amici e colleghi di lavoro, hanno maggiori possibilità di continuare la loro normale vita lavorativa e familiare.

Lo stigma che si associa a gravi malattie mentali come la schizofrenia colpisce non solo i pazienti, ma anche i loro famigliari. Anche se molte famiglie tendono a negare lo stigma, in realtà il sentimento di vergogna può portare ad un grande isolamento, sia per il paziente che per la sua famiglia. Una delle idee sbagliate sulla schizofrenia è che la malattia sia causata da problemi nell'educazione da bambini, il che fa aumentare gli atteggiamenti di colpevolizzazione e stigmatizzazione verso i genitori o altri parenti.

Queste credenze sono completamente sbagliate.

Tutti noi possiamo informarci e agire per aiutare ad eliminare lo stigma e la discriminazione nelle malattie mentali.

 

Stigma

Le persone con diagnosi di una grave malattia mentale spesso subiscono stigmatizzazione e discriminazione da parte della società. Questo, in aggiunta alle caratteristiche intrinseche della propria malattia, può ostacolare la loro vita.

Tuttavia, ci sono ragioni per essere ottimisti. Uno dei fattori che contribuisce a ridurre lo stigma e migliorare l’accettazione da parte della società è la conoscenza della malattia. Le persone più giovani e quelle più istruite sembrano essere più tolleranti. Anche il fatto di avere avuto un contatto precedente con un paziente affetto dalla malattia riduce lo stigma e la paura, e ciò fa ulteriormente aumentare la consapevolezza della situazione in cui si trovano queste persone. 

I pazienti che possono contare sul supporto e su atteggiamenti positivi da parte di familiari, amici e colleghi di lavoro, hanno maggiori possibilità di continuare la loro normale vita lavorativa e familiare.

Tutti noi possiamo informarci e agire per aiutare ad eliminare lo stigma e la discriminazione nelle malattie mentali.

In occasione della Giornata Mondiale sulla salute Mentale del 2014, è stata lanciata una campagna contro la discriminazione dei pazienti con schizofrenia:
STOP ALLO STIGMA! La schizofrenia è una malattia come le altre.