banner

Cos’è un disturbo psicotico?

Il disturbo psicotico è una condizione caratterizzata da una percezione alterata della realtà.

Questo senso d’irrealtà genera ansia e irrequietezza, rende le persone attente in maniera maniacale a tutto ciò che li circonda, e in alcuni casi porta ad isolamento emotivo e sociale.

La definizione di disturbo psicotico comprende una serie di malattie molto diverse per cause, durata, evoluzione nel tempo e modalità di trattamento, per cui sono essenziali una buona diagnosi e un trattamento adeguato.

È interessante notare che le persone con questi disturbi danno per scontato il fatto che la loro percezione della realtà sia autentica, nonostante l'evidenza. Anche se un’altra persona gli fa notare che le cose che sente o che vede sono frutto della sua percezione alterata della realtà, e in effetti non esistono, la persona ammalata le vede e le sente come se fossero reali.

 

Quali malattie causano disturbo psicotico?

Tra i disturbi psicotici, la malattia più nota è la schizofrenia. Una predisposizione genetica e fattori ambientali sarebbero le cause responsabili. Si ritiene che per formulare una diagnosi sia necessaria la presenza dei sintomi per un periodo continuativo di almeno 6 mesi. Come base fondamentale del trattamento si dovrebbero prendere in considerazione l’utilizzo di terapie farmacologiche e psicoterapia integrativa.

Si definisce episodio psicotico breve una reazione da parte di una persona geneticamente vulnerabile alla psicosi ad una situazione o a un periodo di stress elevato, che porta ad una alterazione dell’equilibrio psichico.
In questi casi la scomparsa dei sintomi è generalmente rapida e il recupero è completo. Il trattamento dovrebbe prendere in considerazione l’uso di terapie antipsicotiche per un periodo di tempo specificato.

La psicosi tossica è un altro tipo di disturbo psicotico, dovuto al consumo di sostanze tossiche (cannabis, cocaina, amfetamine...), e dovrebbe essere inizialmente trattata con la cessazione totale dell’assunzione di queste sostanze.

Il disturbo schizoaffettivo è un disturbo psicotico con alternanza di momenti di intensa tristezza o di euforia accompagnati da sintomi psicotici (deliri e allucinazioni); è causato da una combinazione di fattori genetici e ambientali e viene trattato con terapia farmacologica e psicoterapia integrativa.

Altre malattie mentali che, in certe fasi, possono causare sintomi psicotici sono il disturbo bipolare e il disturbo di personalità.

Altri sintomi psicotici possono essere dovuti a condizioni patologiche: tumore, infezione al cervello, malattia autoimmune... In questi casi il trattamento deve essere quello indicato per la patologia che provoca tali sintomi.

Tra i disturbi psicotici non sono inclusi l’autismo, il disturbo di personalità antisociale e quello di personalità multipla (o di doppia personalità).

 

Diagnosi di disturbi psicotici e schizofrenia

Sappiamo che il fatto che una persona manifesti un primo episodio psicotico non significa che poi riceva una diagnosi di schizofrenia, dato che in altri disturbi psicotici i sintomi possono essere gli stessi.

Per diagnosticare una psicosi come la schizofrenia, la maggior parte delle linee guida raccomandano che la presenza dei sintomi persista per almeno sei mesi e che si siano verificati diversi episodi con caratteristiche specifiche.

In ogni caso, il tuo psichiatra può utilizzare diversi criteri diagnostici e ti riferirà le ragioni della sua decisione diagnostica.

 

Trattamento della psicosi

L'obiettivo del trattamento è quello di eliminare i sintomi al più presto possibile, in modo che la persona recuperi completamente, e di prevenire il progressivo deterioramento. Più tempo passa dall'esordio dei sintomi psicotici all'inizio del trattamento, peggiore sarà la prognosi, con un grado di recupero inferiore.1,2,3,9,10

Nei casi di schizofrenia, disturbo schizoaffettivo, disturbo bipolare ed episodio psicotico breve, la base del trattamento è una combinazione di terapia farmacologica e psicoterapia.

Nei casi di psicosi tossica e psicosi organica, i trattamenti consistono rispettivamente nell'astensione assoluta da sostanze tossiche e nel trattamento della patologia che provoca i sintomi psicotici.

Per ulteriori informazioni sui tipi di trattamento, clicca qui.

 

Cosa devo fare in caso di episodio psicotico?

In primo luogo, chiedere aiuto, segnalare alle persone che si trovano con te le sensazioni che provi e chiedere di essere visitato da un medico, che molto probabilmente chiederà una consultazione con uno psichiatra.
Alla visita con lo psichiatra è importante raccontare ogni sensazione, anche se ti è sembrata poco importante. Lo psichiatra indicherà gli schemi di trattamento e i comportamenti da adottare, che vanno seguiti scrupolosamente. 
È molto importante essere visitati in tempi brevi, al fine di ricevere un trattamento il più rapidamente possibile ed evitare un'evoluzione della malattia.
Le raccomandazioni dello psichiatra comprenderanno anche modifiche dello stile di vita, ossia una sana alimentazione, esercizio fisico regolare e adeguati ritmi del sonno.

Visita la nostra sezione: Per il paziente